Case history

Il welfare di Elica non si ferma e guarda a nuovi mercati

Elica

La multinazionale di Fabriano risponde all’emergenza Coronavirus investendo nei piani di welfare con una strutturata copertura assicurativa

Dopo il caso di un ricovero in ospedale di uno dei suoi dipendenti risultato positivo al Coronavirus, Elica – la multinazionale di Fabriano specializzata in cappe aspiranti e Top Emloyer nel 2018 per il decimo anno consecutivo –  ha deciso di fronteggiare l’emergenza con l’introduzione di una copertura assicurativa che consente di avere non solo un’indennità economica, ma anche una collaboratrice domestica a disposizione, una babysitter, la consegna della spesa a casa, come raccontanto dall’amministratore delegato Mauro Sacchetto, in un recente articolo apparso sul Corriere della Sera.

Rivoluzionando il modo di concepire la cucina attraverso cappe e piani cottura capaci di comunicare con il resto della casa, il gruppo, vincitore del Compasso d’Oro, sotto la guida del suo AD si sta sempre più affermando sui mercati esteri, da cui proviene una fetta importante del fatturato. Leader in Europa, con quote di mercato in Francia maggiori di quelle in Italia e presenti capillarmente anche in Germania, Elica possiede un fatturato di 48o milioni di euro, in crescita dell’1,6% rispetto all’esercizio 2018, il 2019 ha visto un progresso dell’Ebitda del 12,796. Elica è inoltre intenzionata nel prossimo futuro a sbarcare anche in Usa, Cina, Shangai, Shenzen e Hong Kong, appena rientrata la pandemia.

Lascia un commento

Registrati alla nostra Newsletter