Servizi aziendali

3° Rapporto Censis-Eudaimon: paura per la tecnologia ma fiducia nel welfare

Rapporto Censis-Eudaimon

Il 3° Rapporto Censis-Eudaimon pubblicato oggi dimostra che le nuove tecnologie preoccupano i lavoratori ma si consolida la fiducia nel welfare. Un’anticipazione

Il 3° rapporto, realizzato in collaborazione con Eudaimon, società di servizi per il welfare aziendale, con il contributo di Credem, Edison, Michelin e Snam, è stato presentato oggi a Roma. Nel rapporto si legge che il 70% dei lavoratori (il 74% degli operai) “teme la riduzione di redditi e tutele sociali”. “Sette milioni di lavoratori italiani hanno paura di perdere il proprio posto di lavoro a causa dell’arrivo delle nuove tecnologie: dai robot all’intelligenza artificiale. L’85% dei lavoratori esprime una qualche paura o preoccupazione per l’impatto atteso della rivoluzione tecnologica e digitale (il dato supera l’89% tra gli operai)”.

“Per due lavoratori su tre che già ne beneficiano (il 66%), il welfare aziendale sta migliorando la loro qualità della vita. Le percentuali sono elevate tra dirigenti e quadri (89%), lavoratori intermedi (60%), operai (79%)”. Il 54% dei lavoratori “è convinto che gli strumenti di welfare aziendale potranno migliorare il benessere in azienda. E in vista dell’arrivo di robot e intelligenza artificiale, il welfare aziendale viene annoverato tra le cose positive che si possono ottenere in un futuro immaginato con meno lavoro, meno reddito e minori tutele”.

Per il 50% degli intervistati “si imporranno ritmi di lavoro più intensi, per il 43% si dilateranno gli orari di lavoro, per il 33% (il 43% tra gli operai) si lavorerà peggio di oggi, per il 28% (il 33% tra gli operai) la sicurezza non migliorerà”. “per il 58% degli intervistati (il 63% tra gli operai) in futuro si guadagnerà meno di oggi”. E per il 50% “si avranno minori tutele, garanzie e protezioni”. In questo caso le percentuali restano elevate tra dirigenti e quadri (54%), operai (52%) e impiegati (49%). “Forte è anche il timore di nuovi conflitti in azienda: per il 52% dei lavoratori (il 58% degli operai) sarà più difficile trovare obiettivi comuni tra imprenditori, manager e lavoratori”.

Scarica il testo integrale del 3° Rapporto Censis -Eudaimon

Seguirà approfondimento.

 

Lascia un commento