Case history

Nuovo piano welfare per Bomi Group. Tempo di osare!

Bomi Group

Bomi Group ha presentato il Piano Welfare 2019-2020: sostenibilità e dipendenti al centro

In una recente nota pubblicata sul suo portale, Bomi Group – fornitore di soluzioni logistiche altamente qualificate in ambito Healthcare – ha annunciato il lancio del Piano Welfare 2019-2020, che prevede un sistema di offerta di beni e servizi per premiare quanti hanno contribuito al successo del trasferimento nel nuovo Headquarters di Spino d’Adda, in provincia di Cremona, al quale si aggiungano un insieme di misure innovative di work-life balance.

L’attenzione alle tematiche di sostenibilità è ribadita non solo per quanto riguarda l’ambiente ma anche per quello che concerne la sostenibilità economica e sociale. Particolare importanza è dedicata inoltre alla salute dei lavoratori e alla creazione di un contesto lavorativo inclusivo, performante e innovativo. Responsabili del piano sono stati due HR di Bomi Group che hanno delineato le nuove soluzioni a seguito di un’attenta analisi che coinvolgesse i lavoratori e in collaborazione attiva con il terzo settore e l’ente pubblico.

Attraverso il Piano Welfare, ha commentato Giovanni Crocco, HR Training & Development in Bomi Group e responsabile del Piano abbiamo voluto mettere al centro della nostra organizzazione il lavoratore e, di conseguenza, consolidare il senso di appartenenza all’azienda. L’insieme delle prestazioni consentirà a tutti di articolare in una maniera più efficace i tempi di vita e di lavoro e fornirà quindi nuove risposte per i bisogni sociali di tutti”.

Di seguito i campi di azione di Bomi Group:

  • Employee centricity (mettere la persona al centro della organizzazione),
  • Work-life balance (favorire un maggiore equilibrio tra vita privata e vita lavorativa),
  • Belonging (consolidare il senso di appartenenza),
  • Healthcare (contribuire al benessere e alla salute dei lavoratori),
  • Accountability&Reliance (aumentare l’auto-responsabilità delle persone e la fiducia nei confronti dell’azienda),
  • Sustainability (contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 nell’aria),
  • Happiness (generare felicità).

Per la progettazione del piano, Bomi Group ha scelto di avvalersi delle opportunità promosse da Governare gli equilibri: una rete territoriale per promuovere la conciliazione, progetto finanziato da Regione Lombardia con lo scopo di promuovere le politiche di conciliazione vita-lavoro mettendo in comunicazione il mondo produttivo, le opportunità del territorio e l’ente pubblico.

In concreto le principali azioni previste dal piano sono:

  • flexible benefits
  • corporate benefits (ovvero promozioni e sconti per acquisti on line)
  • flessibilità oraria
  • car-pooling aziendale
  • smart working
  • convenzioni con strutture mediche e odontoiatriche
  • supporto per l’assistenza a familiari anziani o disabili
  • accesso agevolato all’ asilo nido comunale
  • piano di accompagnamento e rientro dopo congedi di lungo periodo
  • Family Day, Volunteering Day, iniziative di solidarietà tra colleghi
  • piano più efficiente di comunicazione interna e di coinvolgimento dei lavoratori sulle tematiche della conciliazione vita-lavoro.

Crocco ha ribadito che il welfare aziendale può concretamente generare felicità nelle persone, con indubbi effetti positivi sul rendimento, sulle performance individuali e non da ultimo sulla produttività”. Entusiasmo condiviso anche da Soraya Espejo, Global HR Director in Bomi Group, la quale afferma: “L’esperienza dei nostri dipendenti è uno dei nostri driver nella funzione aziendale People & Culture e abbiamo iniziato il nostro viaggio qui in Italia proprio con l’obiettivo di espanderlo in tutto il mondo. It’s Time to Dare!

Lascia un commento