Salute e assistenza

Signorile (Presidente FIE): “L’endometriosi è sottovalutata. È una malattia sociale, non di genere”

endometriosi

Il Dott. Pietro Giulio Signorile, medico chirurgo e presidente della Fondazione Italiana Endometriosi ci parla di una malattia poco conosciuta, spesso sottovalutata, di cui si parla pochissimo per la quale soffre però il 10% delle donne italiane

Eppure l’endometriosi è una patologia che può impattare pesantemente sulla qualità della vita della paziente, creando complicazioni anche di natura psicologica. È legata alla presenza di endometrio, una mucosa, all’esterno della cavità uterina, in altre parti del corpo. In Italia 3 milioni di donne hanno ricevuto una diagnosi. Ma i numeri sono molto più alti visto che almeno il 10% delle donne ne soffre. La malattia colpisce circa il 40% delle donne con difficoltà o impossibilità riproduttiva.

Secondo il Dott. Pietro Giulio Signorile, medico chirurgo e presidente della Fondazione Italiana Endometriosi, “l’endometriosi non è una malattia di genere, è una malattia sociale che riguarda tutti”. Il problema dell’endometriosi è che “coinvolge la vita delle famiglie, le relazioni personali; ha pesanti ripercussioni sull’attività lavorativa di milioni di donne; al dolore e ai sintomi fisici si sommano difficoltà psicologiche che impattano fortemente sulla qualità della vita”.

Durante la terza convention annuale della Fie svoltasi a Roma in questi giorni, dai partecipanti è giunta la richiesta di porre maggior impegno da parte delle istituzioni. “È vero che è stata da tempo riconosciuta – ha spiegato Signorile – ma oggi l’endometriosi è ancora fortemente sottovalutata: manca una corretta informazione che aiuti a comprenderne il reale impatto sociale. Per questo chiediamo una maggiore attenzione da parte delle istituzioni, più tutele lavorative, nuovi modelli di assistenza, sostegno alla ricerca per individuare una cura e abbattere i tempi per la diagnosi”.

Per smuovere le acque, la FIE si sta attivando anche a livello internazionale. “Insieme a EndoFrance e ad altre associazioni – ha annunciato Signorile – stiamo lavorando a una grande alleanza europea per sensibilizzare, informare, continuare con le nostre attività di ricerca e dare sostegno alle donne che ne soffrono. In Francia, il presidente Macron si è schierato in prima linea contro l’endometriosi, mettendoci la faccia con una campagna di forte impatto che non lascia spazio ad ambiguità, un messaggio contro l’omertà che circonda questa malattia. L’Italia – ha concluso Signorile – non può e non deve essere da meno, serve un messaggio altrettanto forte e concreto”.

Ludovica Urbani

Lascia un commento

Registrati alla nostra Newsletter