Previdenza

Assoprevidenza. Richiesta a Covip moratoria per le sanzioni

Assoprevidenza

Assoprevidenza: tra i risultati del webinar sulla IORP II spicca l’importanza del sito web come luogo di dialogo e trasparenza e la richiesta alla Covip di una moratoria nell’applicazione dell’inerente apparato sanzionatorio

Per le forme di previdenza complementare il sito web diventa fondamentale per realizzare gli obiettivi di trasparenza previsti dalla normativa europea. “Un sito web interattivo – ha affermato oggi la Direttrice Generale Covip Lucia Anselmi nel suo intervento al Webinar di Assoprevidenza sulla Direttiva IORP II – è il luogo ideale per il dialogo tra fondo pensione e iscritto: in particolare la cosiddetta aera riservata attraverso la quale passano richieste di informazioni, domande di prestazioni, eventuali reclami”.  La tecnologia, che coinvolge sempre più le famiglie, dagli acquisti agli investimenti, ha sottolineato l’Anselmi, va sviluppata in generale per il rapporto tra fondi pensione e aderenti, fino alle migliori soluzioni che consentano le adesioni online.

La relazione della Direttrice Generale Covip ha anticipato le linee dei contenuti del prossimo documento che l’organo di Vigilanza, nel percorso di accompagnamento dei fondi pensione verso l’adeguamento alla Direttiva IORP II, dedicherà appunto alla trasparenza. Tra i punti salienti, un generale snellimento della documentazione da trasmettere agli aderenti e un’informativa particolarmente chiara e selezionata per gli iscritti prossimi all’età di pensionamento, affinché dispongano degli strumenti per compiere le scelte più consapevoli.

Sergio Corbello, Presidente di Assoprevidenza, nel manifestare soddisfazione per lo straordinario successo dell’evento, ha anticipato che: “stante l’estrema complessità del processo di adeguamento delle forme alla normativa IORP II, l’Associazione chiederà alla Covip una moratoria nell’applicazione dell’inerente apparato sanzionatorio, sulla scorta di quanto in passato praticato da altre Autority, in presenza di innovazioni di ampio respiro (ad esempio: nuova disciplina in tema di privacy)”.

Dopo le testimonianze e le osservazioni di Maurizio Agazzi – Direttore Generale del Fondo Pensione Cometa – e di Vincenzo Liso – Direttore Generale del Fondo Pensione Mario Negri – il partner di Deloitte Consulting Giovanni di Marco ha tracciato le tappe del percorso dei fondi verso l’adeguamento alla Direttiva europea indicando tempi, modi e obiettivi, da realizzare con l’ausilio di un consulente. Sempre per Deloitte Consulting, che fa parte del Club dei Partners di Assoprevidenza e ha supportato il seminario odierno, sono quindi intervenuti i senior manager Giorgio Orsillo e Sabrina Spigarelli, il primo per mettere a fuoco la tematica della gestione dei rischi, in particolare di investimento; la seconda per approfondire l’argomento delle attività di investimento cosiddette “liability driven”.

Infine, Angelo Pandolfo, partner e responsabile del dipartimento Pension and Health insurance di Fieldfischer Italia, traendo le conclusioni del seminario, ha esortato i fondi pensione a considerare puntualmente tutti gli aspetti della IORP II, in un contesto sistematico, valutando, in particolare, i possibili contraccolpi sulle strutture e sui rapporti interni.

 

Lascia un commento